Panoramica prodotto

  • Disponibile in 7 dimensioni standard
  • Alloggiamento leggero in alluminio
  • BASSO livello di rumorosità
  • Adatto per camere bianche di tutte le classi ISO
  • Adatto per flussi turbolenti e laminari
  • Adatto per un'ampia gamma di filtri HEPA e ULPA prodotti da AAF
  • Disponibile con EC RS-485 da 0 a 10 V e interfaccia di controllo MODBUS RTU
  • Molte opzioni disponibili per soddisfare le esigenze del cliente

Applicazioni tipiche

  • Microelettronica
  • Farmaceutico
  • Cibo e bevande
  • Assistenza sanitaria

Applicazione

La FFU AstroFan di AAF è un'unità filtrante indipendente con ventola a soffitto, da utilizzare in caso di aree di camera bianca con miscelazioni turbolente e flussi d'aria laminari. L'unità è progettata per l'utilizzo con la griglia a soffitto con barra a T da 50 e 55 mm di AAF e con la griglia a soffitto AstroDry HD, nonché con altre griglie compatibili. Questa unità può essere utilizzata anche in combinazione con la griglia a soffitto con guarnizione liquida AstroGel ND. L'unità è leggera e facile da installare.

Struttura

L'unità AstroFan è composta da un alloggiamento in alluminio altamente prestazionale, incapsulato, con una combinazione ventola/motore diretta orientata all'indietro e un filtro sostituibile HEPA o ULPA AstroCel® II. Per le configurazioni come pre-filtro, le opzioni includono ventole ad alta pressione in acciaio inox, adatte per mercati specifici come ad esempio il settore alimentare.

Livello di rumorosità

Con un filtro pulito a pieno flusso d'aria nominale, questa installazione ha una singola unità SPL (livello di pressione sonora) di 52-56 dB(a) a 1 m di distanza dal lato anteriore del filtro. 

Motori e comandi

Questa unità è disponibile con motori tradizionali CA altamente efficienti, operanti con motori monofase o trifase. I comandi possono essere inviati sia mediante un regolatore di velocità a 5 fasi o continuo.

Questo funzionamento offre soluzioni economiche per molte applicazioni. Utilizzando il sistema CE (a commutazione elettrica), i motori a rotore esterni riducono notevolmente il consumo energetico dell'unità. Di conseguenza, anche l'esigenza di raffreddamento verrà ridotta. 

I comandi includono l'unità di commutazione elettronica, il comando dell'unità singola standard, i dispositivi di soppressione RFI standard e PFC (controller del fattore di potenza) e l'interfaccia del computer. La presenza di un cavo a due fili attorcigliati attorno al bus facilita l'installazione. L'alimentazione principale è il motore monofase da 230-270 V e 50/60 Hz. Filtro AstroCel II L'unità è dotata di filtri HEPA di classe H14 conformi alla norma EN 1822 o di filtri ULPA di classe U15, U16 o U17. Tutti i filtri sono scansionati in fabbrica e conformi alla normativa europea, così da garantire un funzionamento senza perdite.

La bassa perdita di pressione del filtro AstroCel II fornisce, unitamente all'alta pressione statica totale della ventola, una pressione statica libera di 70-100 Pa a pieno flusso d'aria nominale. Questa pressione statica si traduce in una durata del filtro più estesa e può essere impiegata per uso esterno su pre-filtri o su serpentine di raffreddamento.

Opzioni

  • Sostituzione dal lato della camera (RSC)
  • Configurazione come pre-filtro
  • Serpentina di raffreddamento
  • Telai a soffitto singoli
  • Ventole ad alta pressione

Hai qualche domanda?