Oven Chip Prodcu 

Qualcosa da sgranocchiare

Le patate fritte e le chips vengono servite calde, sia morbide che croccanti e compaiono sui menu di ristoranti, tavole calde, pub e bar di tutto il mondo. L’intero processo di produzione delle patate fritte surgelate avviene tramite macchinari. Le patate rotolano lungo nastri trasportatori e vengono smistate in base alle dimensioni. Le patate lunghe e ovali vengono utilizzate per le lunghe patatine a bastoncino, mentre quelle piccole e tonde sono utilizzate per le patatine tonde.  Una volta separate, le patate vengono cotte al vapore e fatte cadere all’interno di un’altra macchina che ne rimuove la buccia. Da lì, si avviano a un’altra macchina che le taglia nella forma prevista e le immerge in destrosio e sodio pirofosfato acido affinché mantengano  il loro colore. Il cliente stava utilizzando una linea di produzione commerciale per produrre patatine fritte e altri prodotti a base di patate fritte. Il layout originale dello stabilimento convogliava tutta l’aria di scarico proveniente dalle cappe di aspirazione dei fumi di frittura in un sistema separato di trattamento dell’aria. Questo sistema, posto in un edificio separato, comprendeva uno scrubber per la cattura dei solidi e carbone per la rimozione dell’odore.

Sfida

Dopo  appena  sei  mesi  di  funzionamento è  stata notata una riduzione del flusso dell’aria dalle cappe di ventilazione. L’ispezione dei condotti ha rivelato che l’olio e il grasso si stavano accumulando  sulle superfici interne di un condotto, creando, in alcuni punti, incrostazioni spesse più di 5 cm.  Questo accumulo di olio è sia un problema sanitario che un serio pericolo di incendio. Per  proseguire la  produzione si  è  resa  necessaria un’immediata e profonda pulizia delle condutture, seguita da un regolare monitoraggio delle frequenti formazioni. Per risolvere adeguatamente  il problema, era necessario un migliore sistema di trattamento dell’aria.

Soluzione

Per minimizzare la quantità di  materiale accumulato nelle condutture, è stato installato un RotoClone®  W all’interno,  il più vicino possibile alla postazione di frittura. Questa unità funziona iniettando dei getti  di  acqua finemente nebulizzata direttamente nel flusso dell’aria, seguiti da una girante rotante. Tutto l’olio e le particelle nell’aria vengono catturate dall’acqua e poi separate. Un adattatore centrifugo in uscita garantisce che l’acqua non prosegua.

Vantaggi

L’eliminazione di  olio e  grasso alla fonte ha ridotto drasticamente  la  necessità  di  pulizie regolari delle condutture a valle, comportando un risparmio significativo dei costi e a una maggiore disponibilità della macchina.  Poiché RotoClone® W funziona come barriera ignifuga automatica, elimina la necessità di sistemi di soppressione o antiscintille nelle condutture dietro la ventola. Inoltre, poiché l’acqua viene aggiunta e rimossa in continuazione dall’unità, le possibilità di crescita microbiologica o contaminazione sono minime.